A Pasqua passata, possiamo anche parlarne!

Leonardo Di Caprio Français : Leonardo Di Caprio
Leonardo Di Caprio Français : Leonardo Di Caprio (Photo credit: Wikipedia)

Di cosa? Delle uova di Pasqua.

Settimana scorsa mentre facevo la canonica visita religiosa al supermercato per trovare un uovo di cioccolato fondente che non mi ‘spennasse’ (impresa impossibile), mi veniva il magone.

Perchè? Presto spiegato. Perchè pensavo alla cioccolata che noi stiamo a ingozzarci solo perchè è tradizione dopo un pasto succulento e già ipercalorico senza bisogno di aggiungere la cioccolata.

Ma non c’entra la dieta, nelle mie elucubrazioni. C’entrano i bambini. I bambini che muoiono nelle guerre per il cioccolato (e per il caffè e per i frutti di importazione, e per i diamanti- ben noto a proposito il film con Leonardo di Caprio, ‘Blood Diamonds). E che il cioccolato non possono mangiarlo, e nemmeno il riso.

E poi pensavo alle sorpresine che sicuramente confeziona qualche bambino cinese lavorando 20 ore al giorno.

Mi dicevo che era sbagliato acquistare un uovo di cioccolato, ma poi, che vuoi farci? Certo qualcuno potrebbe dirmi che c’è pur sempre il commercio equo solidale, ma sono sincera non mi era venuto in mente e poi, per praticità, sono andata alla grande distribuzione perchè avevo anche altro da acquistare. Come del resto fanno i più.

Mi chiedevo un’altra cosa. Non è possibile avere una legge che imponga di dichiarare la provenienza del cioccolato? (E non solo delle uova, ma anche delle tavolette…) E una legge che imponga di dichiarare la provenienza delle sorprese, o che impedisca di vendere in Italia giochi/soprese prodotti da lavoro minorile…

Secondo voi è impossibile? Il discorso sarebbe da estendere a tutto, e questo aiuterebbe a risollevare anche le sorti dell’economia italiana… Ma questo è un altro discorso.

Chissà, forse il mio articolo è un po’ delirante, le idee infatto sono appena tratteggiate nella mia mente, forse in modo confuso. Ma di fronte a queste cose, un cittadino comune come me, senza particolare esperienza nè di leggi nè di economia, cosa può concretamente fare?

Annunci

3 pensieri su “A Pasqua passata, possiamo anche parlarne!

  1. Purtroppo, anche nella vicina Romania (ne ho parlato proprio ieri nel blog che tu non hai letto tutto per mancanza di tempo) una ditta italiana ha delocalizzato la sua produzione di ovetti di chioccolata con sorpresa e le povere mamme sono costrette a confezionale almeno 1000 pezzi al giorno altrimenti licenziamento immediato. Sembrerebbe che è abitudine che si facciano aiutare dai loro bambini ad introdurre nelle capsule di plastica le “sorprese” dai loro bambini perchè hanno le manine più piccole.
    Se ciò corrisponde a verità, non è una vergogna per le povere mamme ricattate ma la vergogna ricade sia sul governo rumeno che sulla ditta italiana che specula sulla miseria altrui. Per quanto mi riguarda, il cioccolato di quella ditta, qualunque forma abbia, non lo mangerò più sicuramente. E’ solo boicottando gli speculatori che possiamo proteggere i bambini! Ciao, cara amica!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...