A mia nonna

Finestra sul lago
Finestra sul lago (Photo credit: Leonardo Zanchi)

L’argine tragico del vuoto avanza nell’aridità di questi corpi strappati al destino. Parole frante senza memoria. Le tue mani non accettano carezze nella luce abbagliante dell’eterno che rapisce le tue assenze e che le sfama.

Stai per partire.

Stai per partire: le tue pupille così si abbassano qui e stanno già laggiù, sul fondo, nell’arrivo della luce di ciò che ci aspetta se crediamo.

L’argine si apre su di te e scava la mia solitudine.

Ancora un solo filo da scucire è ciò che manca alla tua partenza.

Annunci

8 pensieri su “A mia nonna

  1. Un modo molto dolce per prepararsi al commiato da una persona cara.
    Immagino che per te la nonna abbia tanti significati, simboleggi tanti dolci ricordi, specie quelli degli anni della tua infanzia.
    Che la sua partenza possa essere lieve come lo sono le tue parole!
    Ciao cara Vera, accumula ricordi ora, e poi tienili stretti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...