Scacciapensieri

Loano-mura
Loano-mura (Photo credit: Wikipedia)

L’afa pende riottosa e indocile sulle teste, sulle bocche spalancate in attesa, verticale damoclea condanna . La lunghezza di pomeriggi ha qualcosa di spasmodico e mortale. La voce esce fioca e fiacca insieme per le vie asmatiche e riarse, e ciò che ho detto non è ciò che volevo dire ma si sa, la forza ottundente della calura sul cervello lo consuma, lo dilata, lo dilania, togliendo le energie. E non sono ciò che sono o ciò che voglio.

L’afa, tic tac, unilateralmente e imprescindibilmente, come una emme prolungata nel suono gutturale dell’indecisione, l’afa- dicevo- fa di me- uno strumento di indolente meditazione.

E cadono i ricordi sfocati sulle palpebre oppresse; cadono le cose sempre omesse sulla sconsolazione sovrana.

Così, trovami un modo per passare queste ore, finché venga la sera; solo allora potrò uscire da queste mura sgretolate a rimirare il tremolar remoto della marina… se basta, a farmi ritrovare della vita qualche fame.

Annunci

13 pensieri su “Scacciapensieri

  1. Mi piace molto l’uso che fai della lingua italiana. Anche giocare con le parole, come fai tu, può essere un piacevolissimo scacciapensieri! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...