Lo stupore del rosmarino…

Osservavo il rosmarino nel mio giardino oggi, e mi tornava alla mente un leit-motif che mi accompagna da anni ogni volta che osservo questo arbusto. E’ una deformazione mental-professionale da cui non riesco a staccarmi e che probabilmente vi ho già anche raccontato…

Ogni volta che mi trovo tra le mani il rosmarino, oltre ad ammirarne il profumo inebriante che mi riporta all’infanzia e alle cose ruvide e semplici, mi soffermo ad ammirarne il nome, quel nome che gli antichi Romani posero in modo quasi romantico, in completo contrasto con la loro forza militare.

Rosmarino è da ‘ros maris’, letteralmente ‘la rugiada del mare‘; perchè i piccoli fiorellini azzurri che tempestano i suo rami parevano rugiada all’occhio burbero del soldato; una azzurra e fresca rugiada di mare…

Ogni volta che penso a questa cosa mi si allarga il cuore, e rifletto sul fatto che anche le persone più rozze e meno poetiche sanno- a volte- stupire.

Annunci

5 pensieri su “Lo stupore del rosmarino…

  1. Lo stupore è sempre un fatto sorprendente, nasce dalla constatazione di esser stati smentiti su qualcosa che credevamo peggiore di ciò che si è dimostrato.
    Qualsiasi può sorprendere, rispetto alle nostre idee su di lui, è piacevole che lo faccia in positivo, anche per le persone dei nostri tempi, almeno ce l’auguriamo!
    Ciao cara Vera buon inizio di nuovo anno scolastico!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...