Prospettive

Ognuno di noi hai un suo particolare punto di vista sulle cose. E sulle persone.
Ho sempre pensato al mio bisnonno come ad una persona arcigna e un tantino aristocratica nel comportamento, a causa di quel quadro in bianco e nero conservato in soffitta. Ho sempre pensato che uno, per volersi fare un ritratto in cui appare di mezzo busto con un atteggiamento assai rigido, doveva necessariamente voler tramandare ai propri posteri una impressione di austerità.
Ne parlo con mio cugino, che invece del bisnonno ha un’idea tutta sua: ‘Una persona buona- mi dice- se pensi che divideva il raccolto con la famiglia di una vedova di guerra, con 8 figli da mantenere. E i tempi non erano dei migliori nemmeno per lui. Mio cugino conosce questa parte della storia perché suo papà- mio zio- conserva la cesta intrecciata a mano in cui si raccoglieva la frutta, e mia nonna gli aveva raccontato quella storia.

Ognuno di noi ha un suo particolare punto di vista sulle cose. E sulle persone.

E noi, come vorremmo essere ricordati?

30 pensieri su “Prospettive

    1. Beh… uno dei modi migliori, credo; io non so come vorrei essere ricordata, sono sincera; l’ ho chiesto a voi perché non ne ho idea; forse con un poesia o forse… non so. Però questa mi sembra un’ottima risposta…

  1. Lasciamo pezzi ri noi nei rapporti con gli altri. Abbiamo mille sfumature, sfaccettature che creano una complessità. Forse alcuni caratteristiche forti sono colte da tutti nello stesso modo. Mi piacerebbe che un giorno mia figlia mettesse assieme i pezzi per avere un quadro completo.

    1. Ma potrà davvero esistere, un quadro davvero completo?
      MI piace questa tua frase: ‘Lasciamo pezzi di noi nei rapporti con gli altri’. E’ bella e profonda. Grazie per averla lasciata qui, tra le mie pagine.

  2. Si aprirà, il libro dei ricordi, con la cura dei momenti più cari… leggeranno la favola, quella ora nascondi, e resteranno a guardare, stupiti e meravigliati, immaginandosi te.

  3. Io vorrei essere ricordata con dei fiori in testa ed una valigia in mano. Ma in realtà non mi ricorderà nessuno così, il ricordo altro non è che la somma di noi stessi con l’altra persona in uno spazio di tempo. Non sarà mai uguale.

  4. Mi hai fatto pensare stamattina (cosa difficilissima prima delle 10😀 )
    Come vorrei essere ricordata? Uhmmm come una che ci ha provato nella vita, non sempre ci è riuscita, ma ci ha provato e in modo pulito (con l’imganno son capaci tutti non vale😛 )

    1. Beh… sembrerà strano ma anche in questo mi riconosco; però se dovessi trovare un simbolo per questo stato, di una che ci ha provato sempre, onestamente, io non lo riesco a vedere… forse uno scalatore?
      Mah…

      1. Un viandante che va avanti imperrito sul suo sentiero che cambia davanti a lui.
        Inverno, estate, primavera, autunno, sterrato, asfaltato, ghiaia, terra, a prescindere cda quel che trova va cammina e va avanti.

  5. Anche il mio bisnonno aveva un quadro simile a quello che conservi in soffitta, ma ho sempre pensato che era un modo di fare del tempo quando non esistevano molti fotografi. I miei posteri potranno ricordarmi in molti modi, ma io preferirei che mi ricordassero come una persona che ha molto amato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...