Casomai…

La scorsa notte ho sognato una cosa strana, stranissima, ve la voglio raccontare.

Mi avevano chiamato per il Nobel, sì, per andare a ritirarlo.

Prof. Roger Myerson at University of Chicago P...
Prof. Roger Myerson at University of Chicago Press Conference for his 2007 Nobel Prize in Economics (Photo credit: Reznicek111)

Ma quando al di là della cornetta la voce in Svedese me l’ha annunciato, mi ha detto che il Nobel era per la medicina.

‘C’è un errore- dico io in perfetto Svedese- io non sono un medico e non ho fatto nessuna scoperta’.

‘E’ lei la signora Tal dei Tali?’

‘Certo che sono io’.

‘E allora deve venire a ritirare il Nobel’.

(Sempre tutto parlando svedese).

‘Sarà per la letteratura, semmai, per il blog’.

‘No, signora, ai blog i Nobel non li diamo. Lei lo ha vinto per la medicina’.

Un attimo di silenzio; io che non posso nemmeno parlare di sangue, che alla sola vista di un ago o di una goccia rossa svengo con un sonoro tonfo sul pavimento, io proprio io ora ho vinto un Nobel per la medicina?

‘Ma vaffenkullendankenmillen- tradotto in italiano Ma si vada a far benedire‘. E riattacco.

Dopo qualche istante un vento pauroso avvolge la mia casa, un elicottero nero stile FBI atterra sul mio letto scoperchia le coperte e mi preleva; parlano tutti in Svedese e sono tutti vestiti di nero con delle giacche elegantissime.Sono in cinque.

Io parlo, parlo, parlo, sono su una piattaforma in mezzo a della gente e sto spiegando qualcosa di scientifico; ecco mi danno una targhetta.

E nel dare la mano a chi me la consegna, mi sveglio.

English: FBI agents from the Washington Field ...
English: FBI agents from the Washington Field Office with one of the tactical vehicles they had standing by for the 2009 Presidential Inauguration (Photo credit: Wikipedia)

Sono nell’oscurità della mia stanza; nessun rumore nessuna platea. Ma da quel momento una domanda assurda mi gira per la testa: un blog può vincere il premio Nobel?

Una conseguente domanda assurda mi gira -anch’essa- nella testa: ci sarà mai qualcuno che mi candiderà per il premio Nobel?
No, perché… ci terrei. Anche se non saprei mai parlare in Svedese.
Ma quello sarebbe niente: non vorrei mai dover volare in Svezia; io odio l’aereo e non potrei ritirare il premio.

Sarà la follia del risveglio notturno, sarà che quando ci si sveglia da un sogno si tende a non connettersi per un po’ con la realtà…

Le mie elucubrazioni transgeniche mi hanno portato a pensare di dovervi parlare di questo sogno, soprattutto non per il sogno in sé, ma per farvi una raccomandazione urgente:

casomai vi venisse in mente di propormi per il Nobel, non fatelo. Dovrei rinunciare!!!
😉

6 pensieri su “Casomai…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...