Cronaca di una giornata come tante altre che sono passate e che arriveranno a meno che io non muoia prima schiacciata da una cristalleria in cui è entrato un elefante

Ciao XXY

mi sono persa da qualche parte del mondo, cercando di sopravvivere al mio fine settimana astruso.

Coma procede il tuo lavoro? Sono sicura bene.

Oggi ho passato mezza giornata in stazione dovendo dovendo aspettare miriadi di coincidenze e bus e stress… Vorrei un’altra vita, davvero, a volte.

Venerdì noi si va a bere qualcosa, ma sono troppo stanca per pensare  a cosa si berrà e a cosa si dirà; però se sei dei nostri cercherò di recuperare un toner di allegria per stamparmi in volto un bel sorriso. (Dimmi che ci sei, ti scongiuro, così sarò obbligata a usciere a sorridere- a provarci almeno).

Che altro dire? Sono un po’ depressa perché oggi ho acceso i caloriferi e questo non mi va, perché il calorifero fa subito inverno (certo che se proprio non mi va, potrei morir di freddo consapevolmente per salvare l’ambiente!).

Che brutto periodo l’autunno-inverno.

Divento brutta anch’io.

Dentro.

E con questo è tutto.

Passo e chiudo.

V

2 pensieri su “Cronaca di una giornata come tante altre che sono passate e che arriveranno a meno che io non muoia prima schiacciata da una cristalleria in cui è entrato un elefante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...