Onirico

 

Ho pensato che potesse andare bene così, com’era; solo che poi mi sono accorta… che le cose scivolano via. E’ stato in quel momento che ho sentito una sensazione strana dentro la mia testa, come se una vena si chiudesse all’improvviso e togliendo ossigeno sangue respiro mi facesse vorticosamente retrocedere dentro una spirale, per poi ridarmi fiato, e poi ritogliermelo e ritornare indietro, come nel tempo.

Ma ero ancora io, solo che avevo un sguardo diverso; o forse era cambiato il mondo. Era bello, o forse di esso mi apparivano solo le cose che avevo ritenuto più belle da sempre; ma non mi ero mai accorta che anche tutte queste cose avevano luci ed ombre…

E’ stato in quell’istante che mi sono sentita sulla pelle la sensazione di una doccia umida di acqua e di profumo; cadeva a gocce uniformi sulla pelle del viso, la faceva pulsare di fosfeni, riempiva di qualcosa che mancava il retroscena delle mie orbite, calcava come un piede sopra una finestra quando cerca di farla morire…scricchiolare… evitare…

E ho pensato che potesse non andare bene così, com’era; perchè avevo visto da vicino tutto, e il retro del tutto, quel qualcosa che è diverso dal niente ma che lo comprende come un dio onnisciente e inconsapevole di esserlo.

E ho pensato che le cose non scivolano via, ma restano impigliate nel de profundis della memoria, anche se non le vedi più.

Così ho ripreso a camminare, e per quanto ora mi fosse più difficile distinguere il reale da ciò che è bugia, l’intelletto da ciò che è natura, il sangue da ciò che è respiro, per quanto tutto questo ora sia pressochè impossibile, so che i piedi devono arrivare a farmi male, e le braccia devono arrivare a spalancarsi, e il respiro deve arrivare a mancarmi perchè io possa sentire la sensazione di gelo che mi penetra dentro; perchè questa sensazione di gelo mi faccia capire ancora una volta che sono vivo e che ogni respiro combatte dentro me una battaglia con la mia carne per non lasciarsi sfinire; e mentre combatte mi mantiene vivo. E lo fa anche se non voglio.

Ho capito che è così. E ho pensato che può andare bene comunque. Anche se le cose scivolano via senza che tu le possa fermare, l’importante è vivere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...