Abbecedari

Come cancellare un macchia di cuore? Come lucidare un graffio di luce?

Cerco nell’abbecedario di casa della nonna, e non trovo ricette; a quell’epoca il mondo- si dice- era più semplice, e il cuore non sobbalzava ogni giorno per i sentimenti; i sentimenti- si dice- sono nati dopo il ’68, quando l’Amore è diventato Amore e non un contratto, quando si è potuto chiamare passione ciò che era passione senza  (quasi) che fosse un peccato.

Come si fa a rinnovare un muro su cui hai scritto il murale più impegnativo della tua vita? Come togliere dal cd che avevi masterizzato per lui le canzoni e le tracce che non vorresti più sentire?

Forse anche nell’abbecedario di casa uscito nel 2023 non ci saranno le risposte.

 

Annunci

14 pensieri su “Abbecedari

  1. Sai a volte vogliamo cancellare qualcosa ad ogni costo.. magari riusciamo anche a canellarla.. ma dentro di noi rimane come se forse radicato.. penso che noi dobbiamo vivere anche con le macchie della vita… Pif

    Mi piace

      • ora mi viene in mente una cosa… un esempio… ho una tovagliola anzi un centro tavolo grande fatto a uncinetto dalla mia bisnonna… si consiglia a lavarlo raramente per il fatto della sua età… allora si come capita a volte che beviamo nel salotto un buon vino rosso… e cosi uno di noi ha roversciato il bichere e spruzzato una gioccia sul centrino lo ho lavato a mano, lo ho portato il lavanderia… nulla d’afare la macchia rimane… conclusione sopra la macchia ho messo un oggettino piccolo di ottone… 😉 e cosi dobbiamo anche fare cone le macchie sul cuore mettere qulcosa li che ci da più gioia che dolore… uffa scivo sempre ultralungo per arrivare al punto… sperò si capisce 😀

        Mi piace

        • Si capisce eccome… però mentre leggevo il tuo post mi veniva in mente un’altra suggestione; se fosse mia mamma si arrabbierebbe per quel centrotavola macchiato irreparabilmente; ma se invece quella macchia fosse il segno che quel centrotavola è vissuto? E se quella macchia potesse ricordare comunque un bel momento vissuto, nonostante sia comunque una macchia?…

          PS: Rebecca a me piacciono i commenti lunghi, mi fanno riflettere di più! 🙂

          Mi piace

          • Wowww, questa idea e positiva e tutto quello e nasce dal pensiero positivo e un bene… magari potrei dire al mio Gianni ti ricordi quella sera quando abbaimo bevuto questo buon vino eraviamo li sul divano… e il centro tavolo e un testimone di un momento bello e speciale nella nostra vita… porta un segno della gioia…

            anche a me mi piaciono i commenti lunghi proprio come dici tu per la riflessione… scusa per il mio italiano, ma quando parto a scrivere guardo più nessuno in faccia 😆

            Mi piace

  2. Non si fa.
    E rimane tutto ma saprai quale ingrediente usare nella ricetta, su quale colore far cadere il tuo occhio, su quale ritmo indirizzare il tuo orecchio.
    E se di nuovo tutto sarà ingombrante ricomincerai di nuovo ed avrai nuove prospettive da cui guardare le cose…in fondo se grande o piccola dipende dalla distanza di osservazione…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...