Incomunicabile

Se guardo un po’ fuori, c’è una tristezza che pende dai rami e che sfiora il gelo che si scioglie sotto un improvviso raggio di sole.

Lo stomaco si chiude e per un attimo penso di aver perso il cuore; tra le mani fredde stringo i guanti che mi regalasti anni fa: non li ho mai usati, aspettavo di uscire con te e di aprirti l’anima.

Ma tu parli e parli e non ascolti.

Se guardo un po’ fuori, oltre questi vetri che ci chiudono dentro queste quattro mura insopportabili, c’è una tristezza profonda in cui vorrei essere, per poter provare a nuotare e a sfilarmi da quest’ago che mi trattiene…

Un pensiero su “Incomunicabile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...