Paesaggi dell’anima

L’erpice s’inerpica sul suolo sassoso della mia anima.Amena visione di foreste tropicali ispirate da radure roride di rose mai notate da naturalisti troppo intenti a studiare Darwiniane creature, e poco attenti ai moti insensibili delle serpi d’anima.

Scivolano. Amen.Su corsi d’acqua insolita.

L’erpice incespica sulle mie frane nodose e piene di sassi. Radici di mangrovie.

Mentre dentro, un deserto dipinge hammada troppo caldi per sopravviverci; ma nel deserto freddo del mio cuore tu trovi rovi in cui fermarti e perderti e ristorarti.

L’oasi ha esaurito le richieste, e ora può rimettersi in cammino.

L’erpice s’inerpica sui miei capelli, taglia doppie punte e doppi sensi di amaro liquore, ubertoso disamore; e mi lascia libera come un elefante alla catena vicino a un pozzo prosciugato.

Eppure sei benefattore.

Ed io consolatrice senza consolazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...