Primo maggio

Festa del lavoro.

Resta da chiedersi quale lavoro.

Risuona l’appello del papa nel discorso tenuto durante l’apertura di Expo circa un’ora fa: dignità, lavoro per guadagnarsi il pane quotidiano…

Mi viene da pensare che i politici lì presenti, a sentire queste parole, abbiano pensato al Terzo Mondo. Io ho pensato all’Italia, a quanti un lavoro lo sognano e sanno che non potranno ottenerlo mai; a quanti un lavoro hanno smesso di sognarlo da un pezzo; a quanti sanno che nei prossimi anni le cose peggioreranno e il loro lavoro non basterà a sfamarli.

Penso all’Italia, e in questo primo maggio mi viene da piangere per quel che è e per quel che sarà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...