Notte

Fughe incrociate su una terrazza di notte; il mio dito indica qualcosa laggiù, cadente come una stella d’edera; e scivola il tempo, tutto quello che non so afferrare mi appartiene.

Penso che forse poteva essere diverso; penso che forse doveva essere così.

Una costellazione accarezza i miei sogni ad occhi aperti, e respiro qualcosa, ma lo allontano:non sono pronta per la felicità, ho sempre creduto fosse irraggiungibile.

E non so se davvero sia lei.La cercherò ancora un po’.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...