Essere fortunati

Diventare come loro? Come chi delle cose se ne frega?

Diventare come chi passa la vita a puntare il dito, ma non muove una falange?

Sì, la mia vita a volte è insopportabile, e le mie giornate sono piene di cose da fare. Non ho mai tempo per ciò che amo, per coltivare i miei hobby, per niente di niente davvero.

Passo più tempo a fare per gli altri che per me stessa.

Ma credo fermamente che se Dio o la Vita o il Destino o Qualsiasi Cosa Immobile ci ha dato delle qualità, bisogna umilmente metterle al servizio altrui. Costi quel che costi.

Ho ricevuto tanto nella vita:  una discreta intelligenza, un pizzico di buona volontà, e molto altro ancora; ma ho anche avuto la fortuna di incontrare Persone che sapessero riconoscere le mie qualità e che mi proponessero di utilizzarle per il bene, consentendomi così di ‘svilupparle’ e di non lasciarle in giacenza, immagazzinate in scatoloni ammuffiti in uno scantinato dimenticato.

Ogni talento, credo, non ci è dato per noi, ma da investire per far crescere il mondo.

Certo, ho anche moltissimi difetti e ne sono consapevole.

Ma finché io posso, la mia vita non sarà vuota ipocrita e parassita.

E quando il mio momento sarà passato lascerò spazio a chi è migliore di me, senza tanti rimorsi, ma con la coscienza di aver fatto ciò per cui sono stata creata, ciò per cui certe caratteristiche mi sono state concesse dal Fato, o da Dio, o dal Destino comunque vogliate chiamarlo.

A dispetto di quanto magari vi possa sembrare, non ho un’alta considerazione di me, credetemi: passo le giornate attorniata dai miei limiti, e dal timore che essi possano inficiare le mie azioni più ispirate. Passo le giornata a chiedermi se le persone che puntano il dito abbiano ragione, perché ho davvero tante mancanze.

Poi mi rispondo che le persone che puntano il dito non meritano la mia considerazione: non possono permettersi di giudicare se non si mettono in gioco.

E se magari un giorno si metteranno in gioco (cosa che pongo seriamente in dubbio, dato che è molto più comodo star seduti sul divano), e se davvero si dimostreranno migliori (cosa che potrebbe pure essere, ma non so valutare dato che non li ho mai visti agire), lascio loro gli onori e gli oneri della ribalta. Perché a volte (loro non se ne rendono conto) gli oneri a cui si è sottoposti facendo, sono molto maggiori degli allori ricevuti.

Annunci

2 pensieri su “Essere fortunati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...